Menu 2

Honduras: era un ragazzo di nome Elvis

elvis1(1) Non aveva neanche 18 anni Elvis Jacobo Euceda Perdomo, ed era un adolescente del nord dell’Honduras che andava sulla sua bicicletta rossa a giocare a pallone con gli amici dopo aver lavorato tutto il giorno a raccogliere legna.

Secondo vari testimoni quando è stato superato in strada da una camionetta della polizia ha gridato loro “golpisti”.

E’ bastato questo perché uno di loro estraesse il fucile e abbattesse Elvis con due colpi di precisione, uno alla testa e uno ad una spalla che lo hanno ucciso sul colpo.

Elvis è il quarto morto confermato da quando lunedì scorso il presidente Mel Zelaya è rientrato in patria e si è rifugiato nell’Ambasciata del Brasile. Varie fonti parlano però di 10-12 morti, oltre a centinaia di arresti, feriti e molti desaparecidos.

Le ultime sulla situazione politica: Di nuovo stallo e repressione in Honduras

, , , , ,