Menu 2

Esco di rado… XVI – Tutti insieme un passo più a destra

destra Da ieri, ufficialmente, sia Pierferdinando Casini che Massimo d’Alema, ci hanno spiegato che la PDL si è spostata a destra. Caspita, è un buon argomento che spenderò in tutti i bar della provincia italiana dell’impero da qui al 13 aprile.

Se LN+AN+FI+UDC vanno dall’estrema destra all’estremo centro, LN+AN+FI+Giovanardi vanno dall’estrema destra all’estremo Silvio. Tutto molto giusto ma con dieci possibili obiezioni (di coscienza):

1) Ma quando Casini con la Lega Nord ci stava, questa era meno nazista? Pier… se la tua missione era tenere al centro Borghezio, perché molli proprio ora?

2) Se Francesco Storace (vorrei capire: da ragazzo, nelle allegre manganellate, ti chiamavano Ciccio o Chicco? le versioni non sono univoche) prima stava col Polo, e con Casini, e oggi presenta il fiaccolone da solo, non vuol dire che la PDL è anche un po’ meno di “La destra”? Quindi se qualcuno dice che la PDL si sposta a destra, qualcun altro può legittimamente dire il contrario, ovvero che la PDL, e il compagno Berlusconi si spostano a sinistra?

3) Insomma, eliso Ciccio, o Chicco, insomma il camerata Storace, ed eliso il biancofiore Pier, ma non Giovanardi, il Polo non resta più o meno dov’è? Insomma fa più o meno schifo di prima? Prevenuti astenersi…

4) Pierferdinando Casini è un vero moderato (dice moderato ogni 8 secondi e cattolico ogni 6) e infatti usa esercizio di moderazione sul caso del mafioso Cuffaro: lo candiderà senza alcun dubbio, con tanto di vassoi di cannoli.

5) A ben guardare… e dimenticando sicuramente qualcuno… Casini ha perso: Follini verso il PD, Tabacci verso la Rosa Bianca e Giovanardi nella PDL. Gli restano solo Cesa e Cuffaro, entrambi già condannati… adesso capisco perché è per la presunzione d’innocenza…

6) Sul tema dei galeotti in parlamento il PD con Di Pietro, se manterranno la promessa di non candidarne, avrebbero segnato un gol di rovesciata direttamente dal calcio d’angolo.

7) Parlando di slittamenti a destra… io capisco che Mussi, Salvi e compagnia cantando sia meglio perderli che trovarli (e dai primi calcoli valgono lo zero virgola anche loro), ma il PD non è nato perdendo una costoletta a sinistra? E il PD allora non è slittato a destra come la PDL? Che argomento D’Alema…

8) Ma per restare a Mussi, Salvi eccetera. Loro sì che (ammesso e non concesso) slittano a sinistra, compagni… Ma ho qui un’intercettazione esclusiva direttamente dal cervello di Mussi (mi metteranno in galera?): “Se resto nel PD ho raggiunto il limite di millanta legislature e sono fuori, mentre se scorro a sinistra (Arcobaleno) ammazzano il vitello grasso e azzerano il contatore, ovviamente mi offrono collegi sicurissimi, in bieche liste bloccate alle quali siamo contrarissimi…” Che si deve fare per campare…

9) E di conseguenza, e ammesso e non concesso, se il centro-destra elide il centro, non hanno ragione le malelingue che dicono che il centro-sinistra elide la sinistra? Quasi quasi ha ragione Giordano (quello del PRC, non quello dei vini né quello di Un posto al sole)… la PDL è il nuovo MSI, il PD è la nuova DC, noi siamo il PCI? Era così?

10) Oddio, il punto 9 mi ha messo di pessimo umore. Vuol dire che in vent’anni la DC è rimasta lì intorno al 35%, il PCI è passato dal 35 all’8% e il MSI è passato dal 5 al 45%?

, , , , , , , , , , , , ,