Menu 2

Riotta deve piacere a tutti e Prodi non deve piacere a nessuno

Sandra Resse: Ieri, sabato sera, ho visto il TG1 delle 20. Per i primi lunghissimi 12 minuti consecutivi ha raccontato un’Italia sul bordo di una sollevazione popolare contro il governo, quasi al punto della presa della bastiglia. Hanno intervistato gente così invasata che sembrava reduce dalle barricate contro Radetsky e sui fischi all’inno di Mameli hanno liquidato testualmente: "alcuni fischi all’inno, ma Galan ha spiegato che erano infilitrati di sinistra". Francamente è un’Italia che non esiste. Ma Gianni Riotta non era in quota centrosinistra?

Gennaro Carotenuto: Cara Sandra, Gianni Riotta -come ha detto Prodi- piace a tutti, e, visto che è in quota centrosinistra, per piacere a tutti deve per forza fare un TG che fa programmaticamente contenta solo la destra. In ogni caso ho anch’io la sensazione che i media si affannino a descrivere un’Italia molto più antiprodiana di quel che è. Almeno spero.

[tags] Italia,media,informazione,disinformazione,TG1,Gianni+Riotta,Inno+di+Mameli,Romano+Prodi,Silvio+Berlusconi,Giancarlo+Galan,finanziaria,piazza+di+destra,destra,sinistra,centrosinistra [/tags]

, , , , ,