Menu 2

25 anni fa, il tentato golpe Tejero alle Cortes a Madrid

Oggi sono 25 anni dal tentativo di colpo di stato del 23 di febbraio del 1981. La foto del golpista Tejero è per la storia, ma la storia della Spagna davvero rischiò di fermarsi quel giorno. In molti per fortuna dimostrarono di avere la schiena dritta quel giorno. Santiago Carrillo, segretario generale del Partito Comunista, fu l’unico deputato che, nonostante gli spari, rimase seduto al suo posto. Il capo del governo dimissionario, Adolfo Suarez, agì con decisione. Il re Juan Carlos educato da Franco, quel giorno si guadagnò la stima del paese.

Dei golpisti solo qualcuno fece cinque anni di carcere, gli altri, la solita accozzaglia di militari e fascisti autonominatisi difensori della patria, molto meno. A quel giorno si deve la solidità del percorso democratico intrapreso da una Spagna scioccata. Il vicino passato nero poteva tornare ma non tornò.

,