Menu 2

Una Marcia autogestita


Consulta l’itinerario illustrato 2009
Guarda la foto del vincitore 2008 con la coppa


Quella che giunge quest’anno alla sua sesta edizione è forse la prima competizione «spontanea», ovvero interamente a cura dei/delle partecipanti, cui è delegato il rispetto del regolamento (pena il «biasimo» di tutte le persone oneste) e il cronometraggio del proprio tempo. Non c’è iscrizione (basta presentarsi all’ora giusta sulla linea di partenza) né pettorale, non si spende nulla per partecipare, ma chi vince ha l’obbligo di comprarsi la coppa, pena la squalifica.More...

Alla partenza i partecipanti ricevono una mappa con l’itinerario da seguire e una copia del regolamento.

Il percorso è piuttosto lungo (di solito si parla di 50 km, ma nessuno li ha mai contati con precisione), il che non deve spaventare per i seguenti motivi:

1) La corsa è vietata. Si cammina lungo tutto il percorso ed è consentito, al più, «trotterellare» leggermente in occasione di una discesa ripida;
2) Nessuno è obbligato a completare il percorso. L’importante, alla fine, è dichiarare quanta parte s’è fatta;
3) L’itinerario incrocia più volte bar e paesi. Una sosta ritemprante è sempre possibile.
4) L’itinerario è circolare e si dipana tutto intorno a Cogne, il che rende agevole il rientro alla “base”, praticamente da qualunque punto del percorso.

Il senso

La Marcia Granparadiso estate si propone di contraddire il principio secondo il quale ogni iniziativa ha bisogno di essere vagliata, autorizzata, magari accompagnata dal finanziamento di uno sponsor e vissuta come un’occasione commerciale. L’importante, qui, è altro: è prendere e partire, mettere un piede appresso all’altro e distendersi, riflettere, godere del paesaggio del Gran Paradiso, fatto di boschi, di prati, torrenti e animali in libertà. È una gara-non gara, nella quale se vinci, vinci con te stesso ma non porti a casa nulla, se non la coppa che ti sei acquistato (costo e scelta della quale sono decisi dal vincitore).

È un tentativo come un altro per restare umani, al di fuori di ogni “commercializzazione” della vita.

Il nome della Marcia è preso in prestito dall’omonima competizione invernale di sci di fondo, ma i due ititnerari coincidono soltanto in parte. L’idea di “cucire” assieme varie passeggiate in un unico cammino mi è venuta per caso sei anni or sono e si è trasformata subito in una specie di sfida con me stesso. Ho partecipato alle prime tre edizioni da solo e le ho vinte tutte, poi la gara è stata aperta al pubblico e ho smesso di arrivare primo.

L’edizione 2009

valanga


L’itinerario 2009 è leggermente diverso rispetto a quello delle edizioni precedenti, a causa dei danni prodotti dalle nevicate di questo inverno (nella foto, gli effetti di una valanga). Si consiglia dunque di consultare l’itinerario illustrato 2009.

L’edizione di quest’anno partirà dai prati di sant’Orso, davanti al campo giochi di Cogne, la mattina di domenica 12 luglio. Il ritrovo è previsto per le 8.30 e si partirà tutti assieme, non appena espletate le operazioni di registrazione.

Rispetto alle precedenti edizioni, è stato abolito il limite di tempo massimo, oltre il quale i partecipanti erano considerati squalificati. Se vi va, potete metterci anche una settimana. Quello che segue è il regolamento 2009.

Il regolamento

VI MARCIA GRANPARADISO ESTATE
Cogne, 12 luglio 2009

Regolamento della gara

1) Sono ammessi tutti i concorrenti desiderosi di partecipare. È prevista un’unica categoria: non si fanno distinzioni in base al sesso o all’età dei partecipanti.

2) L’organizzazione è dei partecipanti. Non sono previsti mezzi di soccorso, perciò si declina qualsiasi responsabilità in caso d’incidente. Non è prevista alcuna assicurazione per i concorrenti.
Il percorso è articolato su una cinquantina di chilometri e prevede un dislivello complessivo di un migliaio di metri. Conseguentemente, i partecipanti avranno cura di valutare la propria forma fisica e lo stato di salute prima di iscriversi alla Marcia.

3) Per essere considerati iscritti è sufficiente presentarsi alla partenza nell’orario stabilito. Non saranno assegnati numeri o pettorali, ma ogni partecipante riceverà una cartina con l’itinerario e il regolamento della Marcia.

4) La Marcia prevede che i concorrenti camminino lungo tutto il percorso. È vietata la corsa. È consentito, al più, trotterellare leggermente quando si affronta una discesa ripida.

5) Il rispetto dell’itinerario e il cronometraggio dei tempi è affidato alla sportività e all’iniziativa dei singoli partecipanti. Chi imbrogliasse, incorrerebbe, a priori, nel biasimo degli organizzatori, come di tutte le persone oneste e degli amanti dello sport.
In ogni caso, al fine di evitare “inserimenti” irregolari durante la Marcia, al momento della partenza ogni partecipante annoterà il proprio nome su un registro sul quale dovrà indicare, dopo l’arrivo, il proprio tempo e la porzione d’itinerario realmente percorsa.
L’arrivo è situato presso il campo giochi di Cogne, in coincidenza col punto di partenza. Il registro sul quale ufficializzare il tempo e l’ordine d’arrivo, in assenza di un referente al traguardo, sarà disponibile presso lo studio fotografico Fotographerey, a Cogne, in via Cavagnet 33/A (dietro l’hotel Miramonti).

6) È prevista una coppa per premiare il primo classificato, la cui scelta e il pagamento sono di competenza esclusiva del vincitore, che dovrà obbligatoriamente far incidere il testo: “VI Marcia Granparadiso estate – 1° classificato – Cogne, 12 luglio 2008” alla base del trofeo. È consentito aggiungere il nome del vincitore.
Il mancato acquisto della coppa comporta la squalifica automatica e la vittoria del secondo arrivato, che a sua volta dovrà provvedere all’acquisto della coppa.
Il vincitore ha dodici mesi di tempo per soddisfare le richieste del presente articolo. Entro tale periodo dovrà dimostrare di aver provveduto all’acquisto, se possibile presentandosi a Cogne, presso il sopra citato studio fotografico, per essere immortalato con il suo trofeo.
In alternativa, potrà inviare una foto digitale che lo raffiguri insieme alla coppa all’indirizzo

7) Non sono previste altre forme di spesa e tuttavia, poiché il comitato organizzatore non prevede l’allestimento di punti di ristoro, è consigliabile che ogni atleta provveda a soddisfare le proprie necessità alimentari come meglio ritiene.

8) Ogni anno il vincitore avrà l’obbligo di scrivere un breve testo, che sarà pubblicato on line all’indirizzo http://mariobadino.noblogs.org/.
È gradita la produzione di testi anche da parte degli altri concorrenti, le cui impressioni saranno pubblicate sul blog.

 


Nella foto, un momento della V edizione della Marcia: verso il pietrone della Valleille.[da mariobadino.noblogs.org]