Menu 2

mazzate ‘e morte

L’inadeguatezza delle nostre forze non mi era mai pesata come in questi giorni. Ci stanno venendo a prendere a uno a uno, centro sociale per centro sociale, campo nomadi per campo nomadi, sito per sito, sbarramenti elettorali italiani ed europei, e le ronde, e le delazioni sanitarie, e la scuola, e l’oltraggio a pubblico ufficiale, e l’oltraggio alla dignità delle donne vive e morte. E l’impunità dei colpevoli veri del massacro della Diaz e delle torture di Bolzaneto.

Oggi dal presidio della INNSE mi è arrivato questo:
10 febbraio 2009
Quello che ci aspettavamo…è successo!
Alle 4.50 di quest’oggi 20 camionette delle forze dell’ordine si sono presentati ai nostri cancelli. Si sono divisi tra l’ingresso principale (quello legittimo) e i cancelli sul retro dell’officina (quello dei ladri).
Eravamo in tanti grazie alla solidarietà di tutti,ma loro erano molto di più.
Genta è entrato come un ladro,dal retro in maniera subdola e usando la violenza delle forze dell’ordine per contrastarci.

Lui stesso con una ruspa ha sfondato i cancelli togliendo tutto quello che
avevamo messo davanti per impedirgli l’entrata. Qui,erano le 6,c’è stato il
primo scontro con le forze dell’ordine con le prime cariche dove ,oltre a
schivare i manganelli ,dovevamo schivare i detriti e i tubi rimossi. Chi è
caduto è stato manganellato senza pietà,persino due pensionati che avevano portato la loro solidarietà. Successivamente alla nostra richiesta di far entrare un delegato della R.S.U e un delegato del sindacato per controllare
che Genta non stesse smontando i nostri macchinari,c’è stato un no secco della
polizia. Qui dopo neanche un ‘ora dai primi scontri gli operai hanno subito una
nuova carica,ancora più selvaggia della precedente. Quando oramai tutti
gridavano “basta!,basta!”sono stati accerchiati e colpiti ai volti. Due
operai hanno subito lesioni gravi. Testa rotta,naso rotto e polso rotto.
Ma questo perchè?
La risposta è questa,ed è semplice.
Oggi gli operai della INNSE dovevano essere picchiati perchè l’entrata di Genta doveva essere legittima e legittimata dalle forze dell’ordine!
Il risultato? dopo le botte i rappresentanti sindacali e la R.S.U
sono entati in fabbrica a vigilare che Genta portasse via solo il suo materiale. E cosi è stato! Ma questo è quello che,tramite accordi tra le parti ,stava già accadendo da dicembre!
La R.S.U aveva fornito a Genta un elenco preciso del materiale che poteva essere portato via,i giorni e le modalità della movimentazione.
Oggi tutto questo non è avvenuto. Sia Genta,sia le forze dell’ordine ,hanno fornito un chiaro esempio di come in questo periodo lo stato vuole risolvere la questione occupazionale durante questo periodo di crisi economica. Stangate incondizionate agli operai che si ribellano al padrone e piena solidarietà a quest’ultimo Ogni giorno ci sono più di 3 operai che muoiono sul lavoro.
Adesso ne vogliono qualcuno che muoia per difendere il posto di lavoro!
Presidio Innse

Non voglio facilitargli il compito quando mi vorranno venire a prendere. Non mi farò trovare solo. Per cominciare venerdì parteciperò allo sciopero della CGIL. Andiamoci tutti, lo dico agli iscritti ai sindacati di base come me. Non è tempo di distinguo. Deve nascere un nuovo CLN.

, , ,