Menu 2

Manca soltanto la didattica


Manca soltanto la didattica, mi pare.
Come insegnante, ex studente, cittadino, trovo sia questo l’aspetto più grave, tanto della “riforma” Gelmini, dove contano soprattutto motivazioni ideologiche ed economiche, quanto delle reazioni risentite di chi non accetta alcuna opposizione alle proprie decisioni. Al di là delle parole del premier sull’uso della polizia contro gli studenti (parole del resto prontamente negate dal Grande Smentitore: «Mai detto né pensato che la polizia debba entrare nelle scuole», ha spiegato dalla Cina, col solito espediente dei media che fraintendono ogni cosa), voler impedire a ogni costo l’espressione del dissenso non costituisce soltanto una prova tecnica di regime, ma anche la realizzazione dell’avviato progetto di lobotomizzazione di massa della società. Da che mondo è mondo, la formazione del pensiero critico, la capacità di lottare per ciò in cui si crede e la ricerca della propria autonomia di giudizio sono obiettivi desiderabili per il percorso di crescita di un alunno, non ostacoli da superare. (Continua)