- Gennaro Carotenuto - https://www.gennarocarotenuto.it -

Olimpiadi in streaming. Ma i telecronisti servono davvero?

evenementftv_280-200_basketlondres2012 [1]Immagino che Sky stia facendo bene. Io però sto seguendo, compatibilmente al lavoro, le Olimpiadi su di un sito francese, francetv.fr che manda (legalmente) fino a 15 dirette contemporanee. Immagino che anche la RAI faccia qualcosa di simile (dall’estero però è interdetta) ma mi sembra un servizio molto soddisfacente. Si possono vedere fino a quattro sport suddivisi sullo schermo del pc, tutto in HD. Oltre alle dirette si possono vedere gli eventi passati, come “la chute de Liu Xiang”.

Infine, se stai vedendo per esempio le qualificazioni del salto triplo, ci sono dei pallini da cliccare con i quali puoi rivedere le prove di tutti gli atleti che hanno già saltato. Guardo l’atletica in grande e in piccolo guardo i tuffi. L’atletica è coperta da tanti canali quante prove sono in corso. Tutto è rigorosamente senza commento, senza chiacchiere, senza fronzoli, senza alcuna polemica. Senti la pallina del ping-pong, il rumore dell’acqua, i tifosi…

Al massimo mi accompagno con la app ufficiale per Android per i risultati e per i dati biografici degli atleti. Servono tecnici, registi, tecnologia, banda larga (quella su cui Telecom ha deciso di non investire). L’unica cosa che non serve affatto sono i giornalisti.