Menu 2

Wilkinson: effetto viral, da Rasa il pratino a Bikini Ville

Originalità, interazione diretta con gli utenti e una buona dose di ironia sembrano essere gli elementi vincenti per una campagna web di successo.

Spot e video lanciati su Youtube come Walk in the fridge di Heineken o Swagger Wagon firmato Toyota (solo per citarne alcuni)  ne sono la prova. Se volessimo parlare di un caso italiano, esempio lampante è Wilkinson che, da due mesi a questa parte, sta mettendo in atto una interessante strategia per il lancio del rasoio Quattro for Women Bikini, il famoso rasoio che permette di donare un look alternativo alla zona bikini femminile.

Dopo aver coinvolto alcune blogger in un’azione di testing del prodotto, la blogosfera stessa è stata interessata dalla presentazione in anteprima di Rasa il pratino, video simbolo della campagna.

La diffusione di Rasa il pratino, spot adattato in lingua italiana dall’agenzia Jwt, basato sull’originale Mow The Lawn ha prodotto, sin dai primi giorni dalla messa online, un effetto viral esponenziale che ha coinvolto il mondo della blogosfera, dei forum, delle community online, dei social network, dei magazine online, arrivando a raggiungere ad oggi più di 1.000.000 di views su Youtube (e sembra che il numero sia destinato a crescere).

Per molti si è rivelato uno spot geniale, per altri trash o di cattivo gusto. L’evidenza è che Rasa il pratino ha fatto parlare e continua a far discutere tanto di sè (e del prodotto Quattro for Women Bikini),  arrivando a diventare un vero e proprio cult.

La caratteristica vincente del video  si riassume sicuramente nel modo ironico e malizioso con cui le ragazze protagoniste dello spot intonano la ormai famosa colonna sonora di “Rasa il pratino”, (trasmessa anche da alcune emittenti radio e divenuta suoneria per cellulari) per parlare  di un argomento tabù: la depilazione intima femminile.

Grande parte nel successo della campagna hanno avuto sicuramente anche il coinvolgimento degli utenti e la continuità comunicativa portata avanti fino ad oggi con l’applicazione Pratino Gift Bikini Ville, il gioco social dell’estate.

Dall’invio di formine virtuali  alla possibilità di “rasare la propria aiuola”, decorandola con fiori e lettere, il tema della depilazione femminile viene sdoganato attraverso il gioco proposto  dalle due applicazioni di grande successo, create per Facebook da GroupM Interaction.

Bisogna riconoscere che social game come Bikini Ville stanno crescendo sempre più in rete. Farmville, uno dei primi game strutturato in questo senso, ha raggiunto più di 80 milioni di utenti e sembra che siano proprio le donne ad apprezzare e utilizzare maggiormente questi giochi.

Wilkinson ha dimostrato di saper raggiungere il proprio target di riferimento in maniera simpatica e giocosa, offrendo una percezione diversa e irriverente di una necessità che spesso viene ritenuta imbarazzante. Molto apprezzabile, inoltre, l’utilizzo non forzato dei nuovi media. Non resta che attendere la futura best practice: per il momento, complimenti a Wilkinson!

,