Menu 2

Note legali

In questa pagina pubblico alcune questioni di riferimento se ritieni che qualche tuo diritto possa essere violato dal sito, soprattutto in merito a legittimità dello stesso, privatezzadiritti d’autore e questioni legali. Se decidi di usare questo sito, si dà per scontato che tu ne abbia compreso il senso e sia disposto ad attenerti a tali note. Per le questioni inerenti ai commenti consulta qui.

Periodicità

Il sito GennaroCarotenuto.it non rappresenta una testata giornalistica perché viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001. D’altra parte, come ha ribadito la Cassazione per il caso Ruta, un blog non è neanche “stampa clandestina”. Trovate pace; esistiamo.

Privatezza

In conformità a quanto disposto dal Decreto legislativo 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e sue successive modifiche e integrazioni, informo che questo sito registra automaticamente informazioni sulle azioni intraprese dagli utenti. Queste informazioni includono l’indirizzo IP dell’utente che accede al sito. In particolare viene registrato l’IP di ogni commento. Qualsiasi informazione divulgata attraverso questo sito è di fatto pubblica e può essere letta e usata da terzi senza che il responsabile del sito possa essere ritenuto responsabile di aver violato la privacy di alcuno.

Registrandosi e commentando si esprime il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati limitatamente ai fini connessi alla gestione dei commenti del sito e sollevando il sito GennaroCarotenuto.it da qualsiasi responsabilità presente e futura circa i fini non direttamente connessi all’attività di moderazione dei commenti stessi.

Diritti d’autore

Se sei un editore, giornalista, responsabile di una testata o un blogger in cerca di contenuti gratuiti per il tuo media, prima di copincollare per intero o parzialmente contenuti da questo blog, sappi che la riproduzione da questo sito è incoraggiata ricordando che:

  • gli articoli dove compare il nome della testata per la quale sono stati scritti hanno già tutti i diritti riservati. Riprodurli in qualunque modo, specificando o meno la fonte, significa violare i diritti di chi li ha pagati.
  • Gli altri testi sono sotto Licenza Creative Commons Attribuzione Non-Commerciale-Non opere derivate. Significa che non possono essere modificati, né riprodotti senza citare esplicitamente il mio nome ed un link cliccabile a questo sito. Sappi che in ogni caso non possono essere riprodotti per scopi commerciali.
  • Se sei interessato alla riproduzione di contenuti miei a fini commerciali, è indispensabile contattarmi preventivamente per email.
  • Una volta che avrai ripubblicato miei contenuti su siti terzi io non sono più responsabile di quanto pubblicato utilizzando il mio nome. Per meglio intenderci: non rispondo se qualcuno dovesse ritenere di intraprendere azioni legali per contenuti a me attribuiti pubblicati su altri siti.

Le immagini che compaiono sul sito, ove non diversamente indicato, sono state reperite in rete e non sono coperte da licenza. Se qualcuno ritiene di avere diritti su tali immagini, o avesse un motivo qualsiasi per non gradirne l’uso, può contattarmi e provvederò a rimuoverle.

Questioni legali

È pratica sempre più in voga sottoporre siti non a scopo di lucro a querele e denunce, sia civilistiche che penalistiche, spesso molto onerose, in genere infondate o sproporzionate, usando il labile crinale tra diritto di critica, garantito dalle leggi italiane, e diffamazione, sanzionata dalle stesse. A ricorrere a tali pratiche sono giornalisti, politici, esponenti delle élite economiche che usano posizioni dominanti per combattere la democratizzazione del sistema mediatico resa possibile in particolare dalla rete Internet e ridurre al silenzio le voci critiche.

Se non sai nulla di “querele seriali intimidatorie” puoi guardare il video dall’International Journalism Festival del 2013 del panel in merito dove ne parlo con due autorevoli giuristi, Elda Brogi e Giulio Vigevani.

Detto ciò:

Se sei una persona che si ritiene danneggiata, diffamata o altro da contenuti pubblicati da questo sito considera che cerco di fare il mio lavoro di blogger, per il quale non ricevo alcun compenso, verificando quanto scrivo con la massima attenzione, accuratezza giornalistica e buona fede. In ogni caso hai davanti due vie:

1) Se anche tu sei in buona fede, scrivimi. Se mi convincerai che ho sbagliato (succede) rimuoverò i contenuti e rettificherò eventuali errori in modo da minimizzare le conseguenze degli stessi.

2) Se il tuo scopo è spillarmi denari o mettermi a tacere, indipendentemente dalla mia disponibilità a sanare eventuali errori, non posso impedirti di querelarmi. Ovviamente io mi difenderò e, a quel punto, le migliaia di lettori di questo sito sapranno meglio con chi abbiamo a che fare.