Menu 2

CGIL, un calcio agli stereotipi. Più giovani, donne, immigrati e iscritti record

Ma la CGIL non era il sindacato dei pensionati? Non era il sindacato dei vecchi e dei garantiti che non rappresentava più nessuno? A guardare i dati del tesseramento 2008 della CGIL gli stereotipi propagandati dal governo e dalla stampa di regime cascano come pere mature. Gli iscritti nel 2008 sono arrivati al record di oltre 5 milioni e 730.000 iscritti.

Quasi un milione sono gli iscritti in Lombardia ma non è l’aumento totale il dato significativo. Diminuiscono infatti i pensionati e aumentano i lavoratori attivi ma soprattutto i lavoratori sindacalizzati dalla CGIL si rinnovano e rappresentano meglio l’Italia reale.

E nell’Italia reale in un solo anno gli immigrati iscritti al sindacato crescono dell’11%, le donne crescono del 6%, i giovani sotto i trent’anni del 13% con il Nidil, il sindacato dei lavoratori atipici, che cresce quasi in doppia cifra. In totale sono ben 300.000 i lavoratori che per la prima volta nel 2008 hanno sentito l’esigenza di essere rappresentati da un sindacato.

Più info.

, , , , , ,