Menu 2

Un tupamaro presidente? Cresce il vantaggio del Pepe Mujica per le elezioni uruguayane

pepe Pepe Mujica (nella foto) è in grande vantaggio per le primarie del 28 giugno prossimo e per le elezioni presidenziali del prossimo novembre.

Mujica, 75 anni, ex dirigente della guerriglia dei Tupamaros, attiva in Uruguay tra la fine degli anni ‘60 e la metà degli anni ‘70, e quindi per 13 anni ostaggio della dittatura militare fondomonetarista (1973-1985) 75 anni, è stato Ministro dell’Agricoltura e dell’Allevamento dal 2005 al 2008.

Mujica è stato designato come candidato ufficiale per la coalizione di centro-sinistra del Frente Amplio lo scorso anno ed è in testa nell’ultimo sondaggio per le primarie con il 52% dei voti contro il 29% del Ministro dell’Economia Danilo Astori.

A novembre il suo più probabile oppositore sarà l’ex presidente del Partito Nazionale, Luís Alberto Lacalle, che nelle primarie nazionaliste è in vantaggio su Jorge Larrañaga 55 a 38%.

Nelle intenzioni di voto per novembre il Frente Amplio ha il 44% di voti (più alto di quanto avesse prima dell’elezione di Tabaré Vázquez nel 2004) il Partito Nazionale si ferma al 35% mentre il Partito Colorado si ferma all’8% e i voti a indecisi e partiti minori sommano il 13%.

, , , , , , , ,