Menu 2

Wikipedia in mano a fascisti e maschilisti?

Già qualche giorno fa accennavamo che cercare una risorsa su wikipedia (italia) a proposito di organizzazioni neofasciste è diventato un po’ complicato. Ci sono pagine infarcite di link a forza nuova e ad altre organizzazioni simili. Pagine “informative” che finiscono casualmente per accreditare e illustrare un mondo di celtiche e svastiche, simboli e ideali che conosciamo bene.

I fascisti prendono tutto, con loro non si scherza. Volevano prendersi anche il web, ce l’hanno detto più volte. L’hanno scritto. Lo fanno da tanto tempo. Sin dalla prima Indymedia, con l’open publish che veniva sporcato continuamente con contenuti da fasci in missione virtuale. Hanno sempre aggirato, raggirato e sfruttato le modalità libertarie che stavano dietro l’open publish, i progetti in wiki di scrittura collettiva. Sono terroristi del web, che non rispettano alcuna netiquette. Ce l’hanno sempre detto. Sapevamo che non si trattava di uno scherzo. Perciò abbiamo sempre parlato di partigianeria digitale.

Molti fascisti, appartenenti a organizzazioni di destra, ex candidati nella lista “Aborto no grazie” dei fanatici pro-life, sono anche titolari di siti antifemministi. Ne abbiamo parlato e riparlato dicendo chi sono e cosa fanno.

Ebbene: alcuni di loro si sono creati una pagina ad hoc su Wikipedia alla voce antifemminismo (raggiungibile dalla pagina dedicata al “femminismo”). Piena di voci non confermate, di affermazioni offensive e di link che com’e’ ovvio portano dritti ai loro siti (quali sono e chi li gestisce potete vederlo qui e soprattutto qui).

Che wikipedia racconti dei movimenti antifemministi (ne esistono degni di nota? filosoficamente parlando. sono storicamente indicizzabili?) può anche essere corretto ma che ne racconti senza riferimenti storici di nessun genere, legittimando, accreditando o eleggendo a “movimento antifemminista” l’insieme di siti riconducibili a tre/quattro persone in tutto, i cui contenuti potete giudicare da voi, e offrendo esclusivamente una pagina pubblicitaria (più d’una vedo, dato che le voci create per riferimenti e terminologie sono parecchie) a siti che offendono l’intelligenza a partire dai titoli mi pare veramente una enorme sciocchezza.

Non so chi gestisce wikipedia italia in questo momento, sono certa della buona fede delle persone che provano a starci dietro ma se alla pagina “femminismo” non stanno i link di tanti siti femministi esistenti in italia, ne’ vengono presi a riferimento storico per raccontare un movimento vero, che c’e’ stato e esiste e non si riduce a 10 persone seguite da altrettanti fanatici, allora non si capisce come possa esistere una pagina interamente dedicata a persone che mettono in dubbio la violenza maschile, lo stupro (si afferma che le donne hanno atteggiamenti ambigui) e ammantano di descrizioni teoretiche una misoginia profonda che fa proselitismo dichiarando guerra alle donne e rilanciando l’odio nei nostri confronti.

Una “enciclopedia”, per quanto libera, che è riferimento di tante persone, non può e non deve riportare pagine che giustificano in nessun modo lo stupro. Spero si capisca la gravità della situazione e anche il perchè siamo costrette a parlarne in pubblico, per informare il più possibile, nonostante non ci piace dare addosso ad un progetto che per la sua filosofia di partenza approviamo. Wikipedia è fatto dai liberi contributi dei lettori. Evidentemente è stato preso d’assalto. Bene chiarire per chi legge che i contenuti di wikipedia non sono oro colato e vanno presi con le pinze, sempre, perchè non è detto che siano veritieri o che rispondano ad un reale intento di descrizione di fenomeni storici degni di nota. Bene chiarire che i gruppi neofascisti, per esempio, non dovrebbero essere linkati ed eventualmente dovrebbero essere descritti alla voce neofascismo senza dargli alcuna caratterizzazione “positiva”. Lo stesso vale per questi gruppetti di maschilisti antifemministi che giustificano lo stupro e non fanno altro che cianciare di prove di mascolinità da ritrovare (il mito del maschio perduto!).

Wikipedia: lo so che è un contenitore aperto ai contributi di tutt*. Che c’e’ una policy e che c’e’ un gruppo che orientativamente controlla quello che è stato inserito, però mi pare abbastanza in condizioni di abbandono da un po’ o non capisco più chi siano le persone che danno garanzia del rispetto della policy. Per quello che mi riguarda in queste condizioni ha chiuso o chiuderà abbastanza presto. Io per prima non accredito una fonte che legittima questa gente. Spiegateci che succede. Bisogno di aiuto?

—>>> Clikkate sulle foto per leggere meglio i particolari evidenziati!

da femminismo a sud

, , , , , , , , , ,