Menu 2

Piuttosto che senza Internet meglio non trombare più!

ioecaterina Chissà se sorprende il sondaggio condotto su 2119 adulti e commissionato dalla Intel e pubblicato da Bits del New York Times.

Ebbene per quasi la metà (il 46%) delle donne statunitensi e quasi un terzo (il 30%) degli uomini statunitensi se dovessero scegliere tra stare senza sesso e stare senza Internet per un periodo di due settimane preferirebbero stare senza sesso piuttosto che stare senza Internet.

Tra tutta una serie di attività semi-indispensabili dovendo scegliere gli adulti statunitensi eleggono Internet come quella alla quale rinuncerebbero con maggiore difficoltà.

L’accesso a Internet è considerato infatti come la cosa senza la quale non possono più vivere al di sopra della tivù, al cenare fuori, allo shopping e all’andare in palestra.

Le proporzioni sono preoccupanti. Internet batte l’esercizio fisico 65 a 10%, la tivù a 39, la vita sociale del cenare fuori a 20 e lo shopping al 18. Che morigerati gli statunitensi in tempo di crisi, basta Internet per sostituire bacco (il cenare fuori?), tabacco e Venere!

Per il 61% delle donne lo scambio può essere anche diseguale: meglio due settimane senza tivù che senza una settimana in Internet. Al qual dato dovremmo dedurre che 2xtv=Internet=sesso. Ma tanto la tivù la vediamo in streaming avranno pensato quasi due donne statunitensi su tre.

L’analisi, che ovviamente ha una valenza molto importante soprattutto dal punto di vista commerciale e nel dibattito sullo spostamento online della pubblicità, dà però anche un risultato più concreto oltre che questa sorta di 3×2 da supermercato sul quale si può anche scherzare.

E la sostanza è che nel 2008 il 65% degli adulti statunitensi dichiara di percepire Internet come indispensabile tanto da affermare di non poter più vivere senza mentre per addirittura il 71% è fondamentale poter accedere alla Rete in un modo o nell’altro.

In Italia intanto, secondo il rapporto del CENSIS, solo il 38% usa la Rete (ma l’83% dei giovani). Sarà per non cadere in tentazione?

, , , , ,