Menu 2

ULTIMORA – Bolivia: presa la prefettura di Pando, arrestato il Prefetto, mandante della strage. Le prime testimonianze del massacro

ARTICOLO AGGIORNATO ALLE 19.00_45023715_bolivia_203b_afp Secondo Radio Erbol, appena ripresa dall’ANSA, a quattro giorni dalla proclamazione dello Stato d’assedio nel dipartimento di Pando, nel Nord della Bolivia, un contingente pesantemente armato dell’esercito boliviano ha preso il controllo del centro della città di Cobija, capoluogo del dipartimento. Il prefetto Leopoldo Fernández (nella foto) è stato arrestato.

Ecco le prime testimonianze del massacro (FONTE PULSAR). Una contadina racconta: “Noi eravamo disarmati. Ci hanno lanciato, bombe, lanciarazzi, dinamite, ci hanno sparato con armi automatiche, mitragliatrici”.

Uno dei sopravvissuti ha raccontato una scena che ricorda i massacri nazisti o quelli del Guatemala: “A una signora con un bambino di cinque anni in braccio l’hanno trascinata per i capelli e quando lei chiedeva di non ucciderla le hanno sparato un colpo in testa. Il bambino ha cominciato a piangere e allora hanno sparato anche a lui”.

Il reparto ha circondato la prefettura e tratto in arresto il prefetto (governatore), Leopoldo Fernández, mandante del massacro con il quale una banda paramilitare ha assassinato la scorso 11 settembre almeno 30 contadini. Altri due esponenti dell’opposizione oltre a Fernández sarebbero stati tratti in arresto. Secondo Radio Erbol, in questo momento sarebbe in corso il trasferimento di Fernández a La Paz.

Secondo il Presidente Evo Morales, l’arresto di Fernández in nessun modo danneggia i negoziati in corso con gli altri tre prefetti dell’opposizione.

Ieri a Santiago del Cile il vertice straordinario dell’UNASUR aveva dato pieno appoggio al governo di Evo Morales e in tutta la Bolivia si erano tenute manifestazioni contro l’impunità per il massacro di Pando del quale è ancora impossibile dare un bilancio definitivo. Se per alcuni giorni era sembrato che il governo non avesse la forza di arrestare Fernández e perseguire gli autori del massacro, adesso sappiamo che invece il governo democratico non ha mai abdicato, come l’arresto di Fernández testimonia, dal voler perseguire la giustizia e che mai ha accettato l’impunità. Nonostante il momento difficile l’America latina sta davvero cambiando.

, , , , , , , , , , , , ,

6 Responses to ULTIMORA – Bolivia: presa la prefettura di Pando, arrestato il Prefetto, mandante della strage. Le prime testimonianze del massacro

  1. Martino Mai 16 Set 2008 at 19:10 #

    Semplicemente grazie di queste terribili testimonianze.

    Leggendole pensavo che 5 anni fa semplicemente delinquenti come Ciai, Cotroneo eccetera ce le avrebbero nascoste. Adesso possiamo sapere. GRAZIE INTERNET perche’ queste perosne possono raccontare e noi sapere.

  2. Eliolibre 16 Set 2008 at 20:41 #

    Ottima notizia Gennaro, ora mi sento sollevato.
    Su Ciai e Cotroneo sono in perfetto accoprdo con Martino.

  3. Kama 16 Set 2008 at 21:27 #

    finalmente qualcosa si muove .

  4. subcomandante 17 Set 2008 at 11:51 #

    E daje! bolivia democratica USA e antidemocratici 1 a 0.
    Adesso voglio proprio vedere che racconta al processo. Magari per salvarsi il collo fa qualche bel nome e prendiamo pure gli esecutori materiali.
    Grazie gennaro.

  5. alberico 17 Set 2008 at 19:26 #

    Caro Gennaro come potremo mai ringraziarti per le notizie che ci fai avere benedico la mia connessione flat tutti dobbiamo ringraziare la rete anche perchè si risparmiano quei pochi cent di euro per quei quotidiani ridicoli, loro i loro editori i loro pennivendoli questa è una delle poche cose che mi fanno apprezzare anche grillo che osanna internet qui ha ragione.Dai Gennaro dacci di + facci sputtanare i servi di questo sistema contorto che ci attanaglia.Mò basta se no mi sciolgo.
    Grazie a voi tutti
    Alberico

Trackbacks/Pingbacks

  1. A Pando, Bolivia, fu un massacro. L’UNASUR conferma : Giornalismo partecipativo - 10 Dic 2008

    […] rappresentante della Commissione dell’ UNASUR,  ha dichiarato che a Pando “si è svolto un massacro, e questa è proprio la parola esatta perchè è così che si definiscono nei protocolli […]

Lascia un commento