Menu 2

Mc Fiasco ? E’ a Napoli la nuova Resistenza…

Forse non è carino scriverne, nel momento in cui un centinaio di persone hanno perso il lavoro (ammesso che si possa chiamare lavoro il precariato selvaggio degli hamburger…). Ma una notizia come quella di oggi, ovvero il fallimento della società che gestiva in franchising i 4 Mc Donald di Napoli, secondo me non può che mettere di buonumore…

Peraltro, ad un osservatore anche distratto non poteva sfuggire come fosse anzi sorprendente che la cosa reggesse ancora: da anni, infatti i 4 punti vendita erano quasi sempre semivuoti, frequentati praticamente solo da immigrati e sans-papier, in cerca di cibo a buon mercato, e da feste per bambini, rincoglioniti, loro e le loro famiglie dalla propaganda idiota e soprattutto attratti da prezzi stracciati rispetto alla concorrenza dei locali per feste d’infanzia.

Questo fallimento, a mio avviso, rappresenta almeno un pezzetto del fallimento dell’idea puramente colonialista di esportare dovunque il modello alimentare-spazzatura di cui la famigerata multinazionale delle polpette rappresenta, volente o nolente, l’emblema indiscusso. Che questa cosa sia avvenuta a Napoli, dove gli hamburger, poveri loro, pretendevano di fare concorrenza alla pizza, era per certi versi prevedibile.

Meno prevedibile, e per questo molto rinfrancante, nella calura estiva, era immaginare che in questa città si attivasse un’azione di resistenza no-global, per quanto inconsapevole. Forse non tutto è perduto, amici cari…

, , , , , ,