Menu 2

Sciopero generale in Perú

Lima- Per il giorno 9 luglio è stato indetto in Perù uno sciopero nazionale promosso da tutti i movimenti sociali, dai sindacati, movimenti ambientalisti e da ciò che resta dell’opposizione. I motivi dello sciopero sono tanti e tutti giustificati. Contro l’aumento del costo della vita e dei carburanti, per l’aumento dei salari minimi e delle pensioni, per un maggior investimento da parte dello stato sulla salute pubblica, l’ educazione e per i programmi alimentari. Per la difesa della sovranitá nazionale, delle risorse naturali, dell’ambiente, della integrità territoriale e del patrimonio culturale. Contro la privatizzazione della foresta amazzonica, dell’acqua, dei porti degli aereoporti.

Contro la presenza delle truppe statunitensi presenti nel territorio. Contro le leggi che criminalizzano la lotta sociale e perchè vengano puniti i responsabili delle morti dei quattro contadini uccisi durante lo sciopero agrario dello scorso febbraio. Per la difesa dei diritti umani e contro la persecuzione dei leader dei movimenti.

Il governo di Alán García manderà in strada l’esercito con i mezzi pesanti e sta minacciando una dura repressione. Sembra di tornare indietro di qualche anno e di rivedere gli spettri delle dittature che hanno straziato questo continente fino a qualche tempo fa.

, , , , , ,