Menu 2

Le lacrime di Umberto Bossi

Le lacrime di Umberto Bossi, fu "ce l’ho duro", uomo dell’odio, della prepotenza, dell’arroganza, della discriminazione, della prevaricazione del più forte sul più debole, della diffamazione, dell’egoismo e del razzismo, criminale contro l’umanità prima ancora che grassatore di soldi pubblici, non mi causano alcuna compassione. Anzi…

, ,

2 Responses to Le lacrime di Umberto Bossi

  1. Raffaele Della Rosa 22 Mag 2012 at 08:35 #

    Compassione…nooooo, davvero non è il caso. Giustizia ed equità però sì, anche per uno come il Bossi, nel senso che non è giusto che lui e pochi altri paghino, da soli un conto, IL CONTO, di una stagione, di pranzi e merende, in cui non sono stati gli unici commensali.
    Il buffone truffatore psuedo-laureato al macero e l’avvocato, laureato, magari con una buona media, Roberto Maroni, il mascalzone che ha detto che bisognava smetterla di essere buoni con gli immigrati….a continuare a seminare odio e razzismo, magari più sottovoce ????

  2. Rudi Menin 24 Mag 2012 at 06:02 #

    Hai ragione Raffaele: la “faccia pulita” della Lega, “l’azzannapolpacci”, il “miglior ministro” dell’interno della storia repubblicana a detta dei suoi discepoli e non solo, l’uomo con la ramazza in mano per fare pulizia degli altri ma non di se stesso, è colui che ha proposto e difeso le politiche di respingimento dei migranti. Non solo, e su questo sarò volutamente ripetitivo, l’ex-ministro elogiava i lager libici in cui venivano rinchiusi i cittadini migranti definendoli luoghi rispettosi dei diritti umani mentre i racconti degli stessi migranti, ma anche di un bravo giornalista come Fabrizio Gatti, hanno sempre dimostrato l’esatto contrario. Non mi ricordo chi sia stato, ma ci fu uno scandalo mediatico-politico, quando un parlamentare definì in un certo modo l’uomo trendy della Lega…

Lascia un commento