Menu 2

Ebbene sì, Luigi Martinelli era un provocatore

Scusate se per una volta rivendico. Il sequestro di vari dipendenti di Equitalia nel bergamasco, oramai secondo molteplici fonti (qui il Mattino, qui sull’arsenale, qui tutta la rassegna online), appare sempre più quello che chi scrive aveva segnalato fin dall’inizio: tutt’altro che il gesto di un disperato ma una gravissima e criminale provocazione politica. Sequestri persone armato fino ai denti perché non vuoi pagare il canone RAI? L’eversione antifisco è un pericolo grave per la nostra Repubblica.

, ,

7 Responses to Ebbene sì, Luigi Martinelli era un provocatore

  1. subcomandante 6 mag 2012 at 12:44 #

    Secondo me è un mitomane, ma non si tratta di un atto preordinato. Ti devo rendere atto di aver interpretato bene però la questione politica che c’è dietro nel tuo precedente articolo. Ora spero se li faccia tutti sti 8 anni.

  2. Raffaele Della Rosa 7 mag 2012 at 05:52 #

    A darti ragione, caro Gennaro, non ci sono solamente gli articoli de IL MATTINO, organo del quale non ho molta fiducia, quanto il comportamento dei magistrati e di certa altra stampa.
    Non concedere neppure i domiciliari vuol dire anche che non si ritengono del tutto chiariti i contorni dello scenario.
    La solidarietà leghista a Martinelli è vomitevole non solo perchè promuove un atteggiamento illegale e violento ma anche perchè sputa in maniera intollerabile ed oltraggiosa sulla sofferenza delle vittime.
    Vittime non sono solo morti e feriti, che per fortuna questa volta non ci son stati, ma anche tutte quelle persone, impiegati EQUITALIA e cittadini utenti che sicuramente hanno vissuto momenti terribili.
    Perchè quando si intraprende un’azione violenta armata IL MORTO POSSIBILE VA SEMPRE MESSO IN BILANCIO.
    I porci razzisti che han promosso la legalità di sparare allo zingarello entrato in casa mia per rubare, anche se sta fuggendo, anche alle spalle, purchè nel perimetro del mio domicilio…sono gli stessi che trovano le scusanti per chi poteva mettere in pericolo la vita di una giovane mamma con il bimbo o di un’anziana cardiopatica.
    Perchè in quel caso il Martinelli non dovrebbe essere giustiziato (ovvero linciato) ????
    E che dire di un premier che dichiara “Mai pensato di parlare con Martinelli…”
    E perchè no, se fosse servito a salvare una vita, anche una sola, in pericolo ?
    E chi scrive non è un non-violento, almeno nel senso gandiano. La mancata chiarezza sulle cifre dovute, una cosa son 1000 o 2000 una cosa 44.000….è davvero un’altro fattore di oscurità.
    Ecco di nuovo che l’atto sconsiderato, o la provocazione, di uno sciagurato (a meno che non si tratti di un folle, ma non pare) trova, come dire attenuanti, nel comportamento imbecille ed irresponsabile di chi sta improvvisando sulla pelle altrui.
    I BR e gli altri lottarmatisti che per vox popuuli son definiti in breve terroristi, è doveroso ricordarlo, non solo non hanno mai messo bombe,(prosegue)

  3. Raffaele Della Rosa 7 mag 2012 at 05:59 #

    ma tanto meno hanno sparato MAI nel mucchio.
    Quando hanno uìcciso/assassinato lo hanno fatto sempre puntando obiettivi precisi e definiti.
    Sulla decisione di ricorrere all’omicidio e sui criteri di scelta dei bersagli….BEHH IO NON HO MAI ADERITO A NESSUNO DI QUESTI GRUPPI, ero di quelli NE’ CON QUESTO STATO NE’ CON LE BR.
    Ma trovo inappropriato bollare come terroristi criminali politici che il terrore, che è colpire indiscriminatamente, tipo ETA o IRA, per citarne solamente due, ma lista potrebbe essren lunghissima, non lo hanno mai praticato.
    Viceversa, su scala per ora più piccola, e per fortuna, ma solo per fortuna, non certo per merito del Martinelli, costui ha colpito nel mucchio. La Lega appoggia chi pratica il terrorismo. Se poi, messa alle strette in politica, lo pianifichi e lo organizzi va indagato e dimostrato. Certo è che talune solidarietà son ben più che sospette e comunque delinquenziali.

  4. Raffaele Della Rosa 7 mag 2012 at 06:01 #

    Anche il sostegno dato dal masclazone Castelli ai macellai di Bolzaneto e della Diaz è appoggio al terrorismo.

  5. Alessandro Vigilante 8 mag 2012 at 02:05 #

    Concorda anche Gad Lerner a l´infedele…

Trackbacks/Pingbacks

  1. Italia, un’economia illegale che se la prende con Equitalia : Gennaro Carotenuto – Giornalismo partecipativo - 12 mag 2012

    [...] Eppure quegli stessi media che sono sempre pronti a denunciare l’antipolitica, e che attaccano come terrorista anche il più pacifico dei movimenti sociali, adesso chiudono gli occhi sull’oramai guerra aperta di presunti cittadini comuni (sempre più è evidente siano provocatori che seguono un disegno) contro Equitalia, capro espiatorio, palazzo d’inverno da espugnare per tutte le destre che, divise su tutto, vogliono rimettersi insieme e vincere le elezioni puntando sull’odio innato per il fisco. È necessaria mente fredda. Su queste pagine ieri denunciavamo come non vi è alcuna ondata di suicidi di imprenditori strozzati dal fisco in Italia. Qualche giorno fa denunciavamo la probabilità che dietro alcuni episodi, come il sequestro di dipendenti Equitalia nel bergamasco, vi fosse una provocazione organizzata. [...]

Lascia un Commento