Menu 2

Capo d’Orlando (Messina) il comune con più votanti in Italia

Il comune italiano dove si è votato di più in Italia è Capo d’Orlando, in provincia di Messina, che ha raggiunto una percentuale di votanti superiore all’80% dei circa 13.000 aventi diritto. Particolare interessante è che nello stesso comune si votava per il ballottaggio delle amministrative dove ha votato “appena” il 70%. Dunque in qualche modo il referendum ha fatto da traino alle amministrative e non viceversa.

Trovo un po’ urticanti i discorsi su quanto siano bravi i settentrionali a votare più dei meridionali e sono felicissimo che tutte le regioni abbiano superato il quorum. Domenica sera in Facebook ho addirittura intercettato un commento di un tizio che suonava “nella mia provincia hanno votato tot, alla faccia dei calabresi”. Un cretino.

Qualcuno deve poi spiegarmi qual è la differenza pesata (prendo le due regioni più popolose del nord e del sud) tra il 54.4% della Lombardia e il 52.3% della Campania. Quel 2% in più è indice di maggior civismo? Tutto qui?

O vorrà semplicemente dire che al Sud c’è più gente non residente, emigrata anni fa e rimasta nelle liste elettorali, come qualunque demografo può spiegare, e che tornare al paese a votare al Sud è molto più caro che al Nord? Ma quando ce la piantiamo di interpretare la realtà con i paraocchi dei nostri stereotipi?