Menu 2

“C’era una volta”… Le storie ora ce le raccontano i brand

Storytelling oriented: è la caratteristica che contraddistingue sempre di più la comunicazione dei brand, che puntano sulla potenza del racconto per accrescere  l’efficacia del messaggio, puntando sulla componente empatica.

Curiosità, interesse, divertimento, sorpresa, meraviglia… in una parola: coinvolgimento. L’utilizzo di strategie fortemente narrative sono proprie ormai di tantissime aziende e spaziano in settori differenti.

Molto probabilmente questa pratica di comunicazione ha subìto un’accelerazione repentina grazie allo straordinario successo che lo strumento video ha avuto nel web: la Rete concede di sperimentare, di lanciare teaser e trailer, stimolando curiosità e interesse.

Le strategie possono essere le più diverse: da brevi clip sparsi in Rete che ci lasciano un po’ spiazzati e che ci inducono a volerne sapere di più, a clip più strutturati che puntano sull’energia e la passione fino a vere e proprie viral stories.

Esempio recente della prima categoria è quanto hanno realizzato in casa Smart con il progetto internazionale Be-Smart.tv: una serie di sei cortometraggi pubblicitari, presentati prima sul web e successivamente in tv.

Love Story è il primo teaser di 10’’ apparso in Rete (che ci spinge a chiederci come finirà), anticipa un filmato più lungo presentato sul sito www.be-smart.tv.

Quello che colpisce è la qualità raggiunta dallo storytelling: in alcuni casi, infatti, le soluzioni stilistiche adottate creano dei veri e propri gioielli.

Ambientazioni cinematografiche e testimonial d’eccezione sono gli elementi fondanti della campagna di luxury storytelling Lady Dior, che ha visto l’attrice Marion Cotillard come protagonista di una storia degna del più classico cinema noir. Vedere per credere il cortometraggio, disponibile solo sul web, The Lady Noir Affair, realizzato da Olivier Dahan, regista Oscar di La Vie En Rose.

Effetti da “action-movie” invece per il popolarissimo spot di Canal +, Wardrobe (The Closet). La breve sequenza (poco più di un minuto) è stata costruita con una geniale dinamica narrativa, contribuendo a rendere estremamente virale il video, che infatti ha riscosso un enorme successo in Rete.

Le dinamiche di irradiazione dei video in rete possono essere le più diverse ma il ruolo centrale è giocato dalla narrazione: si racconta una storia. Sarà interessante seguire l’evoluzione dello storytelling soprattutto sarà sorprendente vedere fino a che punto si mescolerà con i contenuti user generated, prevedendo forse una co-narrazione che “viaggerà” sui diversi canali web.

, , , ,