Menu 2

Cristina Fernández minacciata

Nella giornata di ieri, Aníbal Fernández, capo di gabinetto del Consiglio dei ministri della Repubblica Argentina, ha informato la stampa di alcune minacce alla sicurezza personale della Presidentessa  Cristina Fernández de Kirchner, udibili come interferenza sulle frequenze radio, durante un volo in elicottero tra la residenza e la Casa Rosada. Nella registrazione degli otto minuti di contatto tra il velivolo presidenziale e la torre di controllo, si odono in tre riprese le minacce intervallate dalla musica una marcia militare comunemente associata alla memoria dell’ultima dittatura militare.

“Uccidete la puledra, stupidi, uccidete il pesciolino, uccidetela!”

Sebbene la Presidentessa, successivamente intervenuta in conferenza stampa, non abbia fatto menzione dell’accaduto, fonti governative rilanciano ancora oggi la notizia collegandola esplicitamente al processo per lesa umanità iniziato venerdì scorso, lo stesso giorno del volo in oggetto, conto 19 ex militari e l’ex Capitano della Marina Alfredo Astiz, conosciuto come “l’angelo della morte” tutti ritenuti responsabili di aver preso parte ai sequestri e agli eccidi perpetrati dalla ESMA (Scuola Meccanica Superiore dell’Esercito) nonché dell’assassinio di tre delle fondatrici delle storiche Madri di Plaza de Mayo.

La giustizia argentina ha già aperto un’indagine, interrogando innanzitutto i piloti e i responsabili della sicurezza, premettendo che quelle frequenze radio dovrebbero essere coperte dalla più assoluta segretezza.

Buenos Aires, 15 dicembre 2009

, , , , , , ,