Menu 2

Sami Mbarka Ben Garci, lasciato morire in carcere come Eluana Englaro

La notte del 5 Settembre, alle 3,45, un detenuto tunisino, Sami Mbarka Ben Garci, di 42 anni, è morto in ospedale a Pavia, dopo un mese e mezzo di sciopero della fame.

Il detenuto condannato per una violenza sessuale di cui si protestava innocente aveva intrapreso questa forma di protesta contro la condanna. Ed era deciso ad andare avanti, così come ha fatto, fino alle conseguenze estreme.
A quanto pare nessuna autorità, né civile né religiosa, sino ad ora, ha sollevato il problema del perché un cittadino, non libero, ma con il corpo in potere dello stato abbia goduto di una libertà che si vuole negare ad altri, quella di decidere la propria morte.
Né il vescovo di Pavia, Giovanni Giudici, ne il presidente del senato Schifani, ne Bertone, ne Bagnasco, ne Ratzinger fino ad ora si sono messi a strepitare come nel caso di Eluana Englaro.
Eppure si trattava di un uomo che prima di iniziare questa forma di protesta e lento suicidio non era né in coma profondo da una quindicina di anni nè afflitto da malattie perniciose particolari. Né tampoco voleva morire, in ogni caso, voleva solo dare visibilità alla propria proclamata innocenza.
Dal ministero alla corte di appello di Milano, alla direzione del carcere ed al medico carcerario, solo parole che non si capisce se siano di sfottò e/o di indifferenza sul rispetto dovuto alla decisione del carcerato, alla sua dignità di uomo, che non doveva essere salvato contro la propria volontà.
E nonostante siano passati una decina di giorni il presidente del senato che tacciava di assassini i propri avversari politici, i Bertone, i Bagnasco, i Fisichella su questo caso non hanno speso nemmeno mezza parola.
Ma vai vedere che sono un po’ razzisti? Mica tanto, ehh, solo un poco… quel poco che basta a far contenta la Lega e a riscuotere le prebende di stato. In fin dei conti mica son solo trenta denari. La somma, come è noto, è molto, ma molto, ma molto più grossa.

, , , , ,

No comments yet.

Lascia una risposta

Informativa Cookie

Questo sito usa cookie per poter funzionare. Tra questi:

Per leggere l’informativa completa sulla privacy, clicca qui: Privacy Policy

ATTENZIONE: Se continui la navigazione accetti la Privacy Policy

ACCETTO